Il Bar dello Sport

martedì 18 settembre 2007

Rock 'n' Roll Devils #1


Inauguriamo una nuova rubrica, cugina di "punizione diretta", ma dedicata alle pagelle dei milanisti in Champion's League... In rock 'n' roll style!

Questi i voti dopo l'esordio rossonero di stasera contro il Benfica, conclusosi con una bella vittoria per 2-1. Rock on!


Dida - 6
Il Benfica, come ogni squadra portoghese, tende a concludere poco in porta, e non lo impegna granché. Incolpevole sul gol, fa un paio di buoni interventi nelle rarissime occasioni in cui è chiamato in causa. Spettatore non pagante.

Oddo - 6
Corre molto, si impegna, senza picchi ma affidabile. Come uno di quei bassisti poco appariscenti, ma sui quali puoi sempre contare. Alla John Illsley.

Nesta - 6,5
Puntuale e preciso, non concede nulla ai portoghesi e comanda la difesa col piglio del leader. Fuoriclasse della sezione ritmica, un pò come Billy Sheehan.

Kaladze - 6
Anche stasera incappa in un paio di lisci, ma stavolta, per fortuna, senza conseguenze. Per il resto, fa il suo, senza incantare ma senza deludere. Sufficiente.

Jankulovski - 7
Bellissima prestazione del ceco, che ha iniziato la stagione davvero alla grande. Corre 90° minuti, rendendosi pericoloso in attacco ma senza concedere niente in difesa (a parte sul gol del Benfica, forse, ma è un gol inutile a tempo scaduto, e quindi chi se ne frega!). Moto perpetuo!

Gattuso - 6,5
Grinta, carattere e corsa, come sempre. I portoghesi sono abili nel far girare la palla, lui nel far girare le palle (agli attaccanti). Rino è il cuore pulsante del Milan, è uno di quei batteristi che girano a mille all'ora senza mai fermarsi. Anche stasera, è lo Jorg Michael del Milan.

Pirlo - 7,5
Quando gioca così, è uno spettacolo assoluto. Invenzioni, geometrie, colpi di genio; prima, la punizione pennellata che sblocca il risultato, e poi il passaggio a Inzaghi in un momento in cui tutti si aspettavano il tiro. Puro genio, come Edward Van Halen.

Ambrosini - 6,5
Lui e Gattuso sono come i gemelli di Schwarzenegger e De Vito; uno basso, bruttino, moro e peloso, l'altro alto, bello e biondo. Ma la stessa grinta, la stessa determinazione, lo stesso spirito guerriero. Il capitano combatte come sempre su ogni pallone e indica la via con l'esempio, da vero leader, anche quando, come stasera, non è così decisivo. Insomma, un altro batterista del centrocampo, un tipo alla Paul Bostaph.

Seedorf - 5
Una di quelle serate no in cui non ne fa una giusta. Mino Reitano.

Kakà - 6
Le accelerazioni ci sono, le invenzioni anche, ma non è mai determinante. E da lui ci si aspetta sempre che lo sia, perché ne ha i mezzi. Sufficiente, per le magie ci sarà tempo più avanti. Stavolta si limita a fare il compitino, stile Bryan Adams.

Inzaghi - 6,5
Rapace come sempre, e come sempre capace di segnare un gol non così facile (ma soprattutto decisivo) e di sbagliarne uno facilissimo. Ma c'è sempre: il suo senso del tempo in area di rigore è veramente unico. Sammy Davis Jr!

Emerson, Bonera, Gilardino - SV
Entrano giusto in tempo per i bis. Ingiudicabili.

10 commenti:

s.homer ha detto...

Incredibile! Sono sostanzialmente d'accordo con i tuoi voti, anzi ne avrei alzati alcuni. :-O

Stefania Campanella ha detto...

Ma saresti in grado di fare queste pagelle anche per altre squadre?

Ste

Scarlet Speedster ha detto...

Certo che sì, ma non ne ho voglia. :P

Apa ha detto...

Non banfare, Scarlet. Tu solo del Milan e della DC comics sai parlare.

s.homer ha detto...

Stefania ma hai letto quelle di Eric?

Eric ha detto...

Ma che fai? La spia?

s.homer ha detto...

Veramente volevo farti pubblicità, ora vai a cambiarti i calzini e a farti la doccia.

Eric ha detto...

Oh cazzo, è vero, è già settembre, è tempo.

Stefania Campanella ha detto...

Mannaggia scarlet, volevo invitarti in trasmissione... vabbé. Ti tradirò con Eric. A proposito: dove trovo le sue di formazioni?

Eric ha detto...

Credo di averle messe nel cassetto in alto. Se non ci sono, prova nell'armadio.