Il Bar dello Sport

domenica 26 agosto 2007

Punizione diretta #1

Prima partita della stagione per i campioni d'Italia, bloccati in casa da un brutto pareggio con il Chievo. Un match dai ritmi davvero blandi e faticosi, da partita del cuore, e di fatto all'Inter mancano in attacco la vivacità di Ramazzotti e a centrocampo le idee e il fosforo di Gianni Morandi.

La squadra nerazzurra dura di fatto un solo tempo, in cui però gioca discretamente, più che per meriti suoi, per una timidezza congenita nei giovani giocatori del Sochaux. Di cui però si sbarazzano presto, dopo le esperienze del primo bacio, delle vacanze senza genitori, e violando più volte il coprifuoco alle undici.

Sull'uno a zero la partita sembra tutto sommato chiusa, con un gol di Stankovic propiziato da un discontinuo Ibrahimovic (che in quanto testimonial di Mediaset Premium ci sta sul culo), e l'inesperienza giovanile del Modena sembra fare pari con la condizione fisica maradoniana dei giocatori di Mancini. Ma giustamente Julio Cesar, fino ad allora migliore in campo con due ottime parate, pensa bene di fare una simpatica cappella. Espulsione, ed inizio di una sofferenza tipo Calvario, come non si vedeva dai tempi di Simoni.

Ma bisogna aspettare l'epilogo della partita per il gol del Verona, che di fatto sancisce un pareggio tutto sommato giusto. Quest'anno ci sarà da soffrire.


Julio Cesar: 5
Due parate spettacolari che lo incoronano miglior giocatore, per poi combinare una ingenuità colossale che lo condanna. Come avere l'esperienza sessuale più appagante della tua vita, e mettere incinta la partner al contempo.

Maicon: 5
La persona ideale da avere dietro in coda in banca: non spinge mai.

Cordoba: 5
Esempio più unico che raro di stopper nano, soffre la mancanza di una donna barbuta e di un mangiatore di spade albino per completare un circo di freak.

Samuel: 6
Non fa rimpiangere Materazzi. Specie alla sorella di Zidane.

Maxwell: 5.5
Finisce presto la benzina. In mezzo al deserto.

Stankovic: 6.5
Cuore e gol. La precisione ha da venire.

Dacourt: 5
Fa cagare.

Chivu: 5.5
Così lento e compassato da conciliare il sonno.

J. Zanetti: 5.5
Gioca una delle partite peggiori della sua carriera e prende cinque e mezzo. Ma quando gioca al meglio è da sei e mezzo al massimo.

Figo: 6
L'ardore di un tempo c'è tutto. La classe è intatta. Ma il film Cocoon in fondo era solo fantascienza.

Suazo: 5
Ricorda Camilla Parker Bowles: impalpabile.

Cruz: 5
Così sterile che se volesse dei figli dovrebbe adottarli.

Ibrahimovic: 6
Sembra una puntata di My Name Is Earl: un paio di trovate geniali in mezzo a un sacco di stronzate.

All. Mancini: 5.5
Il Villareal si riconferma la sua bestia nera.

6 commenti:

jelem ha detto...

Sei più acido di uno yogurth :asd:

(Cosa c'entra il Modena? Sei certo di aver visto Inter-Udinese? T___T )

jelem ha detto...

Mi ero perso gli altri appellativi alla neo squadra gialloblu... :shock:

Eric ha detto...

Era l'Udinese? Sicuro? Ma mica erano bianconeri quelli? Guarda che no, erano tutti in maglia gialla.

s.homer ha detto...

Eric, ora che sei il pagellatore ufficiale del Bar dello sport me ne fai una per Gilardino e una per Dida?

Eric ha detto...

Dovrei vedere una loro partita, più che altro. Magari per il derby... però dì loro di giocare di merda: mi vengono meglio le pagelle, quando devo insultare la gente.

s.homer ha detto...

Tutte scuse, scommetto che per farla a Ronaldo non ti faresti tutti questi problemi.