Il Bar dello Sport

mercoledì 30 maggio 2007

Galliani Fashion Style Contest #04

Galliani Fashion Style Contest #03

SGUB!!! Scoperto chi ha fatto cambiare idea a Figo

La redazione de il bar dello sport è riuscita a scoprire chi è l'uomo (si fa per dire) che ha convinto la famiglia Figo a restare a Milano.






martedì 29 maggio 2007

Il punto sulla Champions


Dopo la coppa della nebbia, quella del "Ma non c'erano le inglesi", quella dei 4 pareggi ecco la coppa del "Non dovevano neanche parteciparvi".

Riuscirà mai il Milan a vincere una coppa senza macchie, pulita, onesta e indiscutibile come tutte le altre squadre italiane?

La cosa che consola noi puristi del football è che la vittoria dei rossoneri viene cancellata, oscurata, ridicolizzata dalla conquista dello scudetto dei record dell'Inter.
Poveri rottoneri, una volta che vincono qualcosa vengono messi in secondo piano dalle conquiste dei cugini.
Chiedete al Liverpool se rosicano di più per non aver vinto la Champions (già vinta 5 volte) o lo scudetto italiano (zero vittorie).

(va beh ma a noi che ci frega? Tanto la Champions senza Juve, Genoa, Napoli, Fiorentina, Palermo, Empoli è una competizione di basso livello).

lunedì 28 maggio 2007

Galliani Fashion Style Contest #02

Ciao "Ceo"!

Torna a volare presto in A!
(magari con un allenatore vero)

venerdì 25 maggio 2007

Grazie Youtube!

Ci permetti di vivere anche in differita questi grandi momenti, che ci mostrano tutta la grandezza dell'animo umano e dell'italica cultura. Prosit!

Galliani Fashion Style Contest #01

Galliani Fashion Style Contest


Intervistato da Fabio Fazio a "Che tempo che fa", Ronaldo ha spiegato il suo insolito look, non più testa rasata ma amabili riccioli corti: - Me l'ha consigliato, diciamo così, il presidente Berlusconi mi ha detto che in tv stavo meglio con i capelli e senza barba. Lui ha lavorato tanto in tv ed è un esperto.... -

E Galliani, allora?
E GALLIANI?!
Alla luce di queste affermazioni vogliamo perciò aiutare il giovane presidente-visagista a migliorare l'immagine del suo collaboratore (calcistico) più stretto.
Parte Galliani Fashion Style Contest!

GNAM!

mercoledì 23 maggio 2007

Come lui nessuno mai - seconda parte



Serata da campione. Serata da RE INDISCUSSO DELL'EUROPA.



Serata da Inzaghi. Con buona pace dei suoi detrattori.






Con il primo gol, ha incassato il credito con la sfortuna, con gli infortuni, le sofferenze, lo scetticismo, tutto quello che si è messo tra lui e la sua vera passione, il calcio.

Con il secondo, ha messo in mostra il suo colpo migliore: lo scatto bruciante sul filo del fuorigioco, dribbling sul portiere e palla nel sacco. E c'è ancora chi ne parla come se fosse un giocatore scarso!

Superpippo vola ancora!!!

Gattuso o gattino?



Il simpatico capitano del Liverpool, Steven Gerrard, in vista dell'imminente finale di Atene, ha dichiarato di non essere affatto spaventato da Gattuso, definendolo solo un kitten, un gattino.
Che Gattuso si dimostri un gattino o una tigre lo si vedrà stasera (io punterei decisamente sulla seconda), il signor Gerrard cosa dimostrerà di essere, invece? Mi auguro per lui non un gomitolo di lana...

Il punto sulla Champions


Ultimo atto, siamo finalmente arrivati alla finale dove i miei pronostici a favore dei liverpulici si concretizzeranno.

Atene sarà il teatro di una tragedia greca per il Milan che farà impallidire quelle di Eschilo.

I rossoneri rimpiangeranno Istanbul.

Come già sanno il sito del Liverpool, i suoi tifosi e gli addetti allo stadio sarà un trionfo, uno tsunami un orgasmo rosso.

Gloria ad una squadra che è sinonimo di coppa campioni alla sua seconda finale in 3 anni.

Io corro a scommettere il mio TFR sulla loro vittoria in goleada.



(va beh ma a noi che ci frega? L'importante è che le francesi, le spagnole, le svizzere, Sheva, Cannavaro e Moggi quest'anno non vincano).

Finale di Champions: Parlano i protagonisti





Un sunto delle dichiarazioni degli ultimi giorni sulla partita di Atene:


-Gerrard al Milan 'Vinceremo la Champions League'

-Padelli, l'interista che para per i Reds: Il portiere del Liverpool:"Il Milan vorrà vendicarsi? Non abbiamo paura"

-Gerrard: "Gattuso? Solo un gattino"
"Non mi sono mai preoccupato di lui: né prima, né durante né dopo la partita. La gente lo ritiene uno valido, non so bene perché. Per me è tutto bocca. Sembra aggressivo, ma fa paura quanto un "kitten", un gattino".

-Gerrard: "Credo fermamente che possiamo tornare da Atene con la Coppa.È una grossa sorpresa ritrovare il Milan in finale. Ero sicuro che sarebbe passato il Manchester."

-Verso Atene: Gerrard 'La Champions non ci basta'

-Liverpool: la proprietà ha fissato i premi vittoria, ogni giocatore riceverà una cifra vicina ai 150 mila euro.

-Parla Reina, il pararigori: "Per superare il Milan farò come Dudek a Istanbul. Abbiamo battuto Chelsea e Barcellona: meritiamo la coppa"

-Benitez: "Non vogliamo finire ai rigori"
Rafa Benitez, allenatore del Liverpool, punta a vincere la finale senza dover arrivare ai rigori.

-Benitez: "Milan stavolta non arrivi neppure ai rigori".

-Verso Milan-Liverpool, Gerrard 'Ci siamo preparati meglio'

-Verso Atene Liverpool, Kuyt 'Dobbiamo soltanto vincere'
Dirk Kuyt non ha dubbi: contro il Milan mercoledì il Liverpool può conquistare la Champions league. "Il Liverpool è una grande squadra e io sono qui per vincere.

- «Andiamo Reds, il Partenone è solo in prestito e noi lo porteremo indietro»

-Benitez: "Ai rigori saremmo favoriti noi"

-Crouch: "Potrò causare problemi al Milan"

-Ambrosini: "Liverpool più forte del 2005"

-Finale Milan-Liverpool, Bellamy 'Un 1-0 noioso per noi'

martedì 22 maggio 2007

Finale di Champions: Perchè vincerà il Liverpool, perchè vincerà il Milan


Il Liverpool vincerà la finale di Atene perché:

-I precedenti sono dalla sua parte (Il Milan ha sempre vinto con Manchester e Bayern e perso con il Liverpool).

-Ha sempre vinto le finali di Champions (non considero quella dell'85 una finale).

-Ha sempre vinto contro le italiane in finale (vedi sopra).

-Ai rigori è più forte e ha già vinto così nel 2005 e in semifinale con il Chelsea.

-Vuole far vincere il pallone d'oro al suo capitano Gerrard.

-Benitez ha sempre vinto le finali europee.

-Ancelotti ha sempre perso nelle finali con il Liverpool (una volta come giocatore della Roma e una da allenatore del Milan).

-Ancelotti ha sempre vinto solo contro le sue ex squadre (Champions 2003 contro la Juve, scudetto 2004 e coppa Italia 2003 contro la Roma).

-Il Milan è molto più debole rispetto al 2005 (ha sostituito Sheva, Crespo, Stam e Cafù con Gilardino, Ambrosini, Oddo e Jankulovski).

-Il calcio inglese è superiore a quello italiano.




Il Milan vincerà la finale di Atene perché:

...

venerdì 18 maggio 2007

La Marcuzzi chiama Cudicini a Roma

Da Alice.it:

L'amore tra il portiere del Chelsea, Carlo Cudicini, e Alessia Marcuzzi prosegue a gonfie vele nonostante il rapporto a distanza. I due infatti non vivono insieme per motivi di lavoro. "Lui sta a Londra - racconta la Marcuzzi -. Abbiamo deciso di fare di tutto per vederci una volta a settimana: i rapporti a distanza diventano difficili". Dopo la fine del matrimonio con Simone Inzaghi Alessia si era dedicata anima e corpo al figlio Tommaso e al lavoro; poi il colpo di fulmine... "Di Carlo mi hanno conquistata la discrezione e la razionalità. Ovviamente mi ha colpito anche il suo aspetto fisico, non lo nego. E' un gentiluomo, il classico uomo che conduce. E mi piace: io sono estremista, impulsiva, lui mi calma e mi rasserena. Il bambino ha un ottimo rapporto col padre (Simone Inzaghi) e io sono felice. Non so come ma ho tutto sotto controllo". La prossima estate ci potrebbe essere una sorpresa per Alessia. Cudicini, infatti, potrebbe lasciare il Chelsea per tornare in Italia e giocare da titolare. Roman Abramovich ha posto la condizionale di non venderlo all'Arsenal o Manchester United per evitare di rinforzare rivali dirette. A questo punto si concretizzano le possibilità di rivedere Cudicini in Italia, dove è seguito soprattutto dalla Roma.



Ecco come Alessia cerca di convincere Cudicini:








giovedì 17 maggio 2007

Veni vidi perdidi


S.P.Q.R. - Sono Perdenti Questi Romani.

E se ne accorgeranno stasera, arriveranno nelle nordiche e barbare lande milanesi pensando di conquistare facilmente la coppa Mancio, ma l'incredibilinter asfalterà i romani come fecero i galli.

Asterix Recoba e Obelix Materazzi (nonostante la squalifica) suoneranno i centurioni di Cesare Sensi.

I nerazzurri danzeranno e brinderanno per tutta la notte fino al 23 maggio quando partiranno i festeggiamenti per la vittoria del Liverpool che si concluderanno il 27 con il mega evento di San Siro.

mercoledì 16 maggio 2007

Se fossi Matteo Ferrari...

...ritorneresti dalla tua ex Salvalaggio?









... o continueresti a spupazzarti la Yespica?










martedì 15 maggio 2007

Gerrard ha visto la luce!


Da gazzetta.it:

Verso Atene: Gerrard 'La Champions non ci basta'


Champions League subito e il prossimo anno la Premier League. Il capitano del Liverpool, Steven Gerrard, guarda oltre la finale del 23 maggio di Atene contro il Milan. "Chiedete anche al manager e agli altri giocatori - ha detto Gerrard al The Sun - Pensiamo tutti la stessa cosa. Abbiamo ambizioni piu` grandi per la prossima stagione. La Champions League non basta piu'. Vogliamo riportare il campionato ad Anfield. Non si puo` definire un fallimento una stagione in cui arrivi in finale di Champions League. - ha concluso - Ma e' anche vero che dopo la partenza lenta in campionato ci siamo concentrati solo sull`Europa".



Finalmente anche gli inglesi hanno capito la verità, quello che il Mancio dice da mesi, lo scudo vale molto di più della Champions.

Gerrard ora sa che la vittoria dello scudo da parte dell'Inter oscurerà qualsiasi altra vittoria di altre squadre nei prossimi 20 anni.



(
va beh ma a noi che ci frega? Tanto la champions la vincono i liverpulesi, saranno loro a dover rosicare perché non hanno vinto il campionato italiano).

lunedì 14 maggio 2007

Il dio Hernan


Ci sono campioni e campioni.


Personalemente odio quelle signorine che passano il tempo sul campo a piangere per un rigore non dato o a imprecare contro arbitro, compagni e allenatore.


Odio chi pensa che il posto in squadra lo si guadagni con le proteste e le polemiche.


Amo Hernan Crespo.


Amo Hernan Crespo perchè è un signore dentro e fuori dal campo, perchè ha la grinta degli argentini e nessuno dei loro difetti.


Forse è proprio per il suo essere un "signore" che le grandi squadre non gli hanno mai dato l'importanza che avrebbe meritato, malgrado dovunque sia andato abbia segnato caterve di gol, che sia uno dei pochi attaccanti di alto livello veramente completi, che sappia sfruttare ogni minima occasione che gli venga data.


Facciamocelo ancora rubare dal Chelsea, mi raccomando, e teniamoci i vari Recoba e Oliveira.


Tanto i campioni oramai vengono riconosciuti più per le prostitute che frequentano che per le loro prestazioni in campo.


Inchinatevi al dio Hernan.
Inchinatevi a Valdanito.



sabato 12 maggio 2007

giovedì 10 maggio 2007

Venti anni fa...

...lo scudetto a Napoli!
La pizza, il mandolino, il traffico, Totò, le cento lire, e... Maradona!

Arrighe













martedì 8 maggio 2007

6 per sempre

Tanti auguri capitano!


I grandi giornalisti sportivi: Tiziano Crudeli

Se c'è un giornalista sportivo sobrio, elegante nei modi ma soprattutto imparziale questo è sicuramente Tiziano Crudeli, Wikipedia dice di lui:

È stato capo ufficio stampa del Comitato regionale Lombardo della Federazione Italiana Tennis ed ha ricoperto la carica di direttore delle riviste Tennis Lombardo ed Il Giornale del Tennis. Ha condotto trasmissioni sul tennis per TVCI e Globo Tv.

Passato ad occuparsi di calcio, Crudeli ha dapprima lavorato a Radio Peter Flowers, Telereporter ed Antenna 3, oltre a scrivere per La Notte e Tuttosport, per poi passare a svolgere un ruolo di telecronista a Telelombardia in Qui Studio a Voi Stadio, un talk-show condotto dapprima da Giorgio Micheletti e da qualche anno da Fabio Ravezzani, che ospita sportivi e giornalisti sportivi. Inoltre collabora con il quotidiano Il Giorno e con la rivista Forza Milan. Il 6 gennaio 2007 è passato da Telelombardia a Italia 7 Gold, altra emittente locale, assieme al compare di diverbi Elio Corno.

Ha partecipato in qualità di opinionista alla trasmissione televisiva Il Processo di Biscardi e ad altre trasmissioni su Milan Channel.

Esempi delle sue telecronache pacate e distaccate si possono facilmente trovare su youtube, di seguito un "best":



Non dimentichiamoci però che Crudeli è un ottimo opinionista e fine oratore, eccolo mentre si confronta disquisendo di tecnica e di tattica con il collega ed amico Elio Corno.





Un grande giornalista, esempio per le generazioni future.

Se volete altri video o file audio collegatevi al sito di Crudeli e Corno.

Per finire una chicca, la radiocronaca del gol di Lothar Matthäus che nell'89 ha regalato lo scudetto all'Inter. Che Crudeli sia interista fin da bambino?

lunedì 7 maggio 2007

I grandi giornalisti sportivi: Mauro Suma

Il co-direttore di Milan Channel e co-campione d'Europa 2005 così si descrive sul suo sito:

Mauro Suma nasce a Milano il 10 maggio 1965, diventa giornalista pubblicista nel 1986 e professionista nel 1994. Dirige dal 16 dicembre 1999 Milan Channel, testata sotto la quale ricadono i contenuti editoriali del sito ufficiale dell'AC Milan e del servizio informativo Milan News via sms, dopo aver ricoperto in passato altri incarichi di varia natura: direttore responsabile di periodici di cronaca locale dal 1982 fino al 1990, coordinatore delle news di Radio Peter Flowers fino al 1993, responsabile di rubriche e trasmissioni in diretta a Telelombardia fino al 1996, direttore generale della rete televisiva Sei Milano (gruppo Benetton, concessionaria RCS Pubblicità) fino al 1998.

Tra le altre attività da segnalare la rubrica Serie C e Calcio Dilettanti curata per il quotidiano La Notte dal 1984 al 1986, la corrispondenza per le pagine di cronaca, nera e bianca, della provincia di Milano dal 1986 al 1991 per Il Giorno, la responsabilità editoriale dei programmi ufficiali stadio di Milan e Inter dal 1990 al 1993, la conduzione di programmi sportivi e di informazione a Radio 105 nel triennio '93-96 e a Telenova nel biennio '98-99, le telecronache di calcio internazionale per la pay per view di Telepiù dal 1996 al 1998 e ininterrottamente per Eurosport dal 1' dicembre 1998 ad oggi.

Mauro Suma ha dato alle stampe quattro libri, I 100 DERBY D'ITALIA, nel 1998 e I 100 DERBY D'EUROPA nel 1999, MAGICO KAKA' nel 2004 e, di prossima pubblicazione, SEGNI PARTICOLARI, oltre ad essere oggi conduttore di una rubrica quotidiana sul Milan per Radio 105 Classics oltre che ospite opinionista di Telelombardia.


A noi piace ricordarlo così, come lo vede la Gialappa's band...

... e nell'intervallo di Milan-Liverpool del 2005 (sig).

Bobone è tornato...



....veline, letterine, schedine, ereditiere ed esseri femminili che respirano tremate!!!!

venerdì 4 maggio 2007

Uno sguardo sulla B: gli allenamenti di Giannichedda

Ecco come il centrocampista della Juventus si allena a casa: