Il Bar dello Sport

lunedì 24 dicembre 2007

I sorteggi di Champion's League

Adesso so già che gli amici interisti mi accuseranno di voler spostare l'attenzione dal campionato dopo l'ennesima minchiata di Dida e il terzo derby perso di fila (d'altronde, prima o poi il vento doveva cambiare no?), in realtà avevo questo post in canna da venerdì ma non avevo ancora avuto il tempo di postarlo.

Diamo un'occhiata ai sorteggi per il prossimo turno della UEFA Champion's League, il primo a eliminazione diretta.

Schalke - Porto
Roma - Real Madrid
Olympiacos - Chelsea
Liverpool - Inter
Celtic - Barcelona
Lyon - Man. United
Fenerbahçe - Sevilla
Arsenal - Milan


Schalke - Porto

Gli ottavi di finale includono quasi sempre almeno una partita-fuffa; c'è sempre una squadra che arriva prima a sorpresa (in questo caso, il Porto) e una che arriva seconda in un girone in cui un'altra, favorita, decide di suicidarsi (lo Schalke, che approfitta del crack-Valencia). E voilà: Porto-Schalke è servita. Chissà, nella sua mediocrità tecnica potrebbe anche essere divertente, se prevarrà lo spirito corsaro di due team che, in fondo, non hanno niente da perdere.

Roma - Real Madrid

Una sfida sempre affascinante. Il Real di Schuster sembra aver trovato una sua dimensione dopo un inizio stentato, e poi ha Ruud Van Nistelroy, uno di quegli attaccanti "alla Trezeguet", che segnano sempre e sono quasi sempre decisivi. La Roma la conosciamo, gioca un calcio arioso e spettacolare ma spesso di riversa tutta in avanti lasciando troppo spazio agli avversari. Per febbraio Totti sarà pienamente recuperato, se si rende conto che a 31 anni non avrà più tantissime occasioni di lasciare il segno in Europa forse potrà fare la differenza. Io però scommetterei su Giuly, uno a cui l'aria d'Europa fa benissimo, come purtroppo ben sanno i milanisti.

Olympiacos - Chelsea

Davide contro Golia, ma senza la fionda.

Liverpool - Inter

Confronto interessante tra due squadre che fanno del pressing e della fisicità le loro armi migliori. L'Inter ha indiscutibilmente più talento puro, ma il Liverpool è una squadra che nelle partite secche è difficilissima da sconfiggere. Certo, il team di Rafa Benitez dà il meglio quando può annullare il gioco degli avversari, e non gli sarà facile contro un'Inter abituata a primeggiare contro le squadre chiuse a riccio del campionato italiano soprattutto grazie ai muscoli. Non sarà una partita facile per Ibra, che il Liverpool sicuramente marcherà alla grande, ma con gente come Cambiasso, Cruz e Stankovic i nerazzurri restano favoriti. Banco di prova anche per Fernando Torres, che vedremo finalmente all'opera contro difensori arcigni come Materazzi e Samuel.

Celtic - Barcelona

Il Celtic farà come al solito di necessità virtù e cercherà di sfruttare la gara casalinga contro un Barcellona che quest'anno pare stentare più del dovuto, e potrebbe scapparci la sorpresa. Però, nella gara di ritorno al Camp Nou non dovrebbe esserci partita, troppo il divario di classe a favore dei catalani.

Lyon - Man. United

Il super-Manchester contro un Lione mai così poco convincente come quest'anno. Ai francesi serve un miracolo (magari firmato Juninho/Benzema) per passare il turno.

Fenerbahçe - Sevilla

Seconda partita minore di questa Champion's. Non la definirei "fuffa" come Porto Schalke visto che i turchi giocano un ottimo calcio (gli interisti ne sanno qualcosa), e altrettanto gli spagnoli, che pur orfani di Juande Ramos hanno un gruppo affiatato che si conosce a memoria, con alcune ottime individualità (Kanouté, Alves, il ritrovato Luis Fabiano e il sempre ostico Poulsen). Sicuramente un match che promette spettacolo.

Arsenal - Milan

Sulla carta, la sfida tra i Gunners e i Diavoli potrebbe essere la più spettacolare del turno; entrambe le squadre giocano un calcio molto offensivo, lasciano abbastanza giocare gli avversari e sono più tese a fare gol che a non prenderne. L'esperienza dei rossoneri può essere la loro arma in più, a patto che non sottovalutino una squadra che non solo gioca meravigliosamente, ma che sta facendo crescere dei giovani dal talento sopraffino: non c'è solo Fabregas in questa squadra che ricorda da vicino il Manchester United, ma con più ordine in mezzo al campo.


Insomma, come sempre nella Champion's League c'è tutto per divertirsi, in quello che è indiscutibilmente il torneo dal maggior tasso di classe al mondo. Ci rivediamo a Febbraio!

4 commenti:

Eric ha detto...

Ehr, Stankovic se si deve operare non giocherà contro la piscina del fegato. Samuel stagione finita.

Scarlet Speedster ha detto...

Di Samuel non sapevo, l'ho scoperto dopo aver postato. Stankovic deve addirittura operarsi? Stica.

Eric ha detto...

Te l'ho detto che stiamo perdendo pezzi. Fino ad ora siamo andati alla grande perché chi è stato chiamato ha sempre risposto alla grande, ma mica è Natale tutti i giorni. Se perdiamo ancora qualcuno giocheremo con Bolzoni, Filkor, Puccio e Balottelli.

PopArtDejaVu ha detto...

Il Celtic è spacciato. Solo col Porto potevamo giocarcela.