Il Bar dello Sport

mercoledì 7 novembre 2007

Perché i nerazzurri non possono dormire sonni tranquilli...


Dopo l'opaca prestazione dei dopolavoristi portuali bianconeri nel derby d'Italia e considerando la "romità" della compagine di Spalletti, nonché l'inesperienza della Fiorentina, tutta la nazione volge lo sguardo verso l'unica squadra capace di impensierire l'apparentemente scontato tris della beneamata: ebbene sì, il Milan.

Capisco i vostri sorrisini e il generale scetticismo, visto il distacco già raggiunto dalla vetta, ma non dimentichiamoci che mancano entrambi gli scontri diretti e sappiamo come i valorosi rossoneri sappiano dare tutto nel dentro o fuori (vedi i derby 2006/2007, sfuggiti agli uomini di Ancellotti per un nonnulla).

Analizziamo la rosa del Milan e mettiamola a confronto con la tanto strombazzata abbondanza dell'Inter, anche alla luce della sfavillante e schiacciante vittoria di iersera sullo Sciatica Donezk, squadra imbattuta nel girone prima di incontrare gli invinciBilan.

Dida: ampiamente recuperato! Sul 3-0 salva 6 volte il risultato. Finalmente decisivo e riappacificato coi tifosi. Sky's the limit! Improponibile il paragone con Giuliocesare.


Maldini: capitan coraggio! Finalmente di nuovo in campo il difensore più forte di tutti i tempi. La sua sola presenza ringalluzzisce Kalazze, Favalli, Bonera e i campioni del mondo Nesta, Sergignogalvaruso e il pendolino Cafù. L'Inter risponde con l'infortunato killer Materazzi, gli isterici Samuel e Burdisso, il nano faloppa Ivan Basso Ramirez Cordobes, l'impalpabile Gresko Maxwell, l'interinale Cesar Palas Hotel (ha meno stanze, ma è più immobile) e Maicon. Certo, il ritiro di Costacurta e Baresi sembrava favorire i bauscia, ma il campo dimostra che i rossoneri sono ancora lì, vivi, a fare scuola!


Centrocampo milanista da Drim Tim (in c*lo a St****etti Provera e Guido Rossi): gli infiniti Pirlow, Kakà, Sedorf, Gattuso, Ambroeus Eenie... Neanche i Lakers degli anni 80 potevano di più! Dall'altra parte, invece, abbiamo gli acciacchi dei veterani dei Boston Celtics, ormai 60enni: Vierà non finisce una stagione dai tempi dell'Arse-Anal (quest'anno non l'ha nemmeno cominciata), lo scarto romano Dacourt gioca coi cerotti, Figo deve solo ringraziare Klaus Dibiasi Nevdev che ne ha preservato il ricordo, Sansone Cambiasso ha le pile scariche, Stankovic è infortunato, gli altri fanno quello che possono. Certo, il Mancio che schiera Burdisso centrocampista non è un bel segnale.

Ma i veri dolori vengono dal reparto offensivo: Cruz, Crespo e Suazo non ne fanno uno buono, tanto da essere alternati nel ruolo di compare del già spento Ibra. Su Adriano stendiamo un velo pietoso (e pensare che per lui abbiamo rinunciato a Bobone... ), per fortuna almeno ci siamo liberati di Recoba, già assuefatto alla cura Novellino e di già redimorto. Sull'altro versante, attacco rossonero da Brian de Cardiopalma: al redivivo ariete mesciato Gilardino, si affianca il Gerd Muller degli anni 90, il Butraghegno del 2000, il Benito Veleno Lorenzi della bassa Padana, sua maestà Superpippo Inzaghi! Ora che ha ritrovato le nocciuoline, so' cazzi per tutti.

E, per favore, non fatemi pensare a gennaio, quando in organico milanello ci saranno Pathos, Portos, Ronaldos e d'Artagnan!

Mylady Moratti, Richelieu Provera, Mazzarinoriali... aiutateci voi!!! Le truppe del Re Sola ci stanno accerchiando!!!

4 commenti:

Anonimo ha detto...

ecchecaspio mervyno.
perché hai scritto in itagliano corrente?

p.s.
dopolavoristi portuali un par de balle. -_-

(gilemmo)

mervyn ha detto...

Dici? Boh, m'è venuta così... Forse per non essere troppo morrisoniano? :-D

A.


P.S. E come chiameresti Chiellini, Nocerino o Klaus Dibiasi Nevdev? Macellazzi, guardando la partita, è impallidito... ^__^

Bruno ha detto...

Mmm, tra le preferenze del tuo profilo, non leggo il nome di Cisponi!
Protesterò presso gli organi preposti!
:-D

mervyn ha detto...

Mmm, dici a me o a Gilemmo? Mi cogli impreparato su Cisponi... Chi è costui?